MANCATO INTERVENTO PER 12 ANNI DELLE ISTITUZIONI 
 
 REATO POLITICO 
 
Mi permetto di fornirvi la definizione di 'reato politico': 
 
Nel senso della frase standard, un delitto politico è un'azione ritenuta illegale da un governo al fine di controllare od immaginate come minacce per la sua sopravvivenza, a scapito di una serie di diritti umani e delle libertà. Così azioni che non sono criminali di per sé, nel senso che non sono anti-sociali, ma pro-sociale, sono criminalizzati alla convenienza della holding del gruppo di potere.              
 
 
 
 
Reato: occupazione abusiva, furto di corrente furto di acqua. Il pericolo per le istituzioni è stato di perdere il controllo delle assegnazioni degli alloggi. Per coloro che hanno avuto l'assoluzione per stato di neccessità non si sono formulati percorsi 'preferenziali'. Il tribunale sentenza che non c'è reato per motivi tangibili e reali e non solo avviene lo sgombero, non sempre motivato da reali neccessità di gestione degli immobili, ma ti lasciano in strada nuovamente. Sebbene la 'dignità' sia un valore costituzionalmente rilevante, nella realtà viene dimenticato o più semplicemente ignorato. Per i reati di furto di energia elettrica e d'acqua questi rientrano nel concetto di dignità personale essendo i fondamenti per un' esistenza.
 
Nel mio percorso politico sociale riassumo brevemente i principali eventi: 
Collaborazione con Molinari Pietro, riguardante le violazioni costituzionali. Mi sono allontanato dalle iniziative dello stesso quando hanno perduto il carattere informativo e pacifico. 
Collaborazione con Debortoli Roberto, riguardante l'alta tensione abitativa.  
Iniziative avute nei confronti dell' Amministrazione di Monfalcone: registrazione anagrafica in caso di occupazione abusiva. Aver attivato l'Assessore con delega alla Sanità per fornire ulteriori fondi al C.S.M. di via Romana. Aver reiteratamente chiesto, motivando tale richiesta ad aumentare i servizi erogati da parte dei Servizi Sociali di Monfalcone. Fornito linee giude per progetti. 
 
I rimanente dei reati a me ascritti di carattere violento sono in gran parte dovuti allo stato di malattia che mi ha seguito dal 1997, ed alla mancanza d'intervento delle istituzioni preposte di farsi carico di talune situazioni che mi vedevano coinvolto.
 
Documenti on line            
 
 
 

Il rimanente è cronaca

 
 
 
 
 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!